Perché aprire un e-commerce e come puoi favorire la crescita del fatturato grazie agli shop online

Sfrutta al massimo le potenzialità del web. Con la realizzazione di un sito ecommerce e lo sviluppo di una strategia di marketing è possibile acquisire velocemente nuovi clienti ed espandersi su mercati internazionali

Conviene davvero aprire un negozio online per la tua attività? Se ti stai ponendo questa domanda, vuol dire che hai intuito che oggi non bastano più i canali di distribuzione e di vendita tradizionali. Il mondo corre veloce e, soprattutto nell’era post COVID-19,  l’impatto delle tecnologie digitali sta stravolgendo le regole del mercato. Sicuramente hai già fatto più di un acquisto online (Biglietti? Regali? Libri?) o probabilmente ti sei già imbattuto in una piattaforma e-commerce di un tuo competitor diretto. La domanda che ti frulla in testa adesso  è:

Vale davvero la pena?
Può funzionare anche per la mia attività?

Nella mia personale esperienza di e-commerce manager, durante la quale ho potuto gestire e ottimizzare il lancio di alcuni siti e-commerce di successo per i miei clienti, ho potuto constatare che la prima ragione in assoluto che spinge un esercente a tuffarsi  nel commercio elettronico, è sicuramente la possibilità di avere un negozio online aperto 24h su 24, accessibile da tutto il mondo e ad una platea di clienti enormemente più vasta rispetto ad un negozio fisico. La motivazione è più che valida se pensiamo che il fatturato generato dall’e-commerce italiano è in costante aumento ed i tassi di crescita  sono maggiori rispetto a quelli generati dal commercio tradizionale. 

Crescita del fatturato e-Commerce in Italia (Fonte: www.casaleggio.it)

Quando operiamo sul processo di vendita tradizionale (agenti, rete di vendita, commessi ecc.), ci troviamo davanti a interazioni tipiche delle relazioni umane che non è sempre possibile misurare. E in qualità di esercente, sai benissimo che misurare i dati, è fondamentale per capire dove e come correre ai ripari se le vendite non sono soddisfacenti. Un negozio online per la tua attività, permetterebbe invece di monitorare le singole fasi del processo, dall’atterraggio sul sito (da dove è arrivato l’utente?)  alla misurazione dei movimenti all’interno delle singole pagine e/o funzioni del negozio, (su quale prodotto si è soffermato di più? Ha inserito qualcosa nel carrello prima di abbandonare?  Quale metodo di pagamento preferisce? Ha lasciato la sua email?) creando valore in termini di informazione e di servizio sia per l’azienda che per i clienti: ottimizza il catalogo dei prodotti, permette nuovi modi di diffonderlo, mette in chiaro, senza fraintendimenti ciò che è possibile acquistare e a quali condizioni. E’ aperto 24h su 24, senza che tu debba preoccuparti di organizzare i turni lavorativi dei tuoi collaboratori.

 

Apri subito un negozio online per la tua attività

E-Commerce, quindi, opportunità o minaccia?

Superati i primi legittimi dubbi sul mondo della vendita online, la seconda domanda che tipicamente mi viene posta è proprio quella che cela il timore che l’apertura di un sito di negozio online per la propria attività, possa non solo essere un fallimento completo, ma addirittura possa rappresentare una minaccia reale per l’attività tradizionale. Le piccole imprese commerciali hanno una doppia visione del fenomeno dell’e-commerce e dell’effetto che questo può avere sul settore.  La maggioranza (il 55%) degli imprenditori vede nelle vendite online una reale opportunità di crescita mentre il 31% teme che l’e-commerce, a lungo andare, farà scomparire la rete commerciale tradizionale (fonte)

L’e-commerce, invece, porta benefici e vantaggi a vari livelli e, soprattutto, aiuta a semplificare e consolidare il processo di vendita anche dell’attività “tradizionale”, modificandone logiche e dinamiche di cui è bene tenere conto.

Un sito di commercio elettronico non è un’entità distaccata, indipendente o in competizione con gli altri settori della tua attività, avere un negozio online, significa dare la possibilità di fare approfondimenti, di rendere facile il confronto con altri prodotti, il tutto rispettando i tempi del cliente, lasciandolo comodamente seduto in poltrona a casa sua e dandogli modo di auto prepararsi all’acquisto, che molte volte, poi,  si chiude nei canali tradizionali.negoziono

Del resto, quante volte capita di acquistare nella distribuzione tradizionale, solo dopo esserci informati sul web?

Negli ultimi anni, coerentemente alla crescita esponenziale degli acquisti online in Italia,  si sono diffusi i cosiddetti fenomeni di “infocommerce” e di “showrooming”. Questi due fenomeni, stanno modificando anche gli atteggiamenti degli utenti tipicamente più diffidenti agli acquisti digitali. Coloro che, per la natura del prodotto (si pensi ai capi di abbigliamento o ai prodotti alimentari) o per loro attitudine, non si fidano delle dinamiche della compravendita online, sono sempre più felici di poter accedere alle piattaforme di commercio elettronico, al solo scopo di acquisire informazioni online circa il prodotto che vorrebbero acquistare (leggi come “recensioni”, “opinioni”, “offerte” , “coupon”). Dopo aver completato la loro ricerca, si recano, poi, nei negozi reali per cercare il prodotto che hanno adocchiato sul web, per acquistarlo di persona. Questa fascia pregiata di consumatori “ibridi” concepisce la sua customer experience come un insieme integrato di canali e strumenti nel quale trovare coerenza e continuità durante tutta la sua interazione con l’azienda. Senza più distinguere tra online e offline.

Secondo i dati del Net Retail, 8,5 milioni di individui lo scorso anno hanno cercato informazioni online mentre osservavano un prodotto in un negozio (cosiddetto fenomeno dell’info-commerce). Al tempo stesso si osserva anche la dinamica opposta, il fenomeno dello showrooming: 13,6 milioni di consumatori cercano oggi in un negozio un prodotto già visto online nel mese precedente. Questi dati mostrano molto chiaramente come il consumatore utilizzi canali online e offline non in maniera alternativa o cannibalizzando l’uno con l’altro, ma semplicemente ricercando in ognuno di essi la soddisfazione del bisogno che in quel momento lo spinge ad interagirvi

E’ quindi necessario abbandonare la vecchia concezione sulla base della quale, la gestione di una piattaforma e-commerce possa essere in qualche modo un ostacolo per la vendita tradizionale. Entrambe le attività, tradizionale e online, devono essere considereate come un unicum, perchè sempre più clienti, ormai non percepiscono più alcuna distinzione. Dal suo punto di vista, grazie alla multicanalità, l’esperienza di acquisto è sempre più considerata come un’unica interazione con l’esercente, a prescindere dal forma con la quale la vendita si concretizza.

Qundi e-Commerce = +vendite?  Sì! Ma per arrivare a risultati efficienti e soddisfacienti, è necessario valutare bene costi e benefici, studiare le dinamiche del settore di riferimento e (ri)pianificare attentamente la gestione dell’intera attività:  pensarla, cioè, come come integrata e sinergica tra offline e online, promuovendo un cambiamento culturale ed organizzativo che possa dare vita ad un nuovo modello di vendita: fatta di commercio tradizionale e servizio per il click and collect, dando cioè la possibilità di ordinare un prodotto online ma di poterlo poi ritirare in negozio, perfezionando l’acquisto in loco. Questo modello, permetterà ai consumatori di acquistare i prodotti con più comodità, servendosi di tutti i vantaggi offerti dall’online (multicanalità, recensioni, informazioni, confronti) e, al tempo stesso, permette di poter continuare a contare sul valore offerto dalla presenza del commerciante che, dal canto suo, eviterà di doversi mettere in diretta competizione con concorrenti più grandi (con il rischio di dover investire più di quanto guadagnato, per tentare di “emergere” sugli altri) o  di perdere la propria identità di brand, “appoggiandosi” alle piattaforme dotcom dei retailers più grandi.

Contatto rapido?

Puoi contattarci direttamente in chat (icona in basso) oppure cliccare il tasto qui sotto e compilare il form. Ti richiamerò personalmente pochi minuti!

Contatto rapido?

Puoi contattarci direttamente in chat (icona in basso) oppure cliccare il tasto qui sotto e compilare il form. Ti richiamerò personalmente pochi minuti!

Cerchi un e-commerce manager per il tuo store online?